Waalwege - i sentieri d'acqua

Waalwege - i sentieri d'acqua

veri monumenti all'operosità contadina

Intorno a Merano, una fitta rete di sentieri fiancheggiano i corsi d'acqua.
Sono nati da un'esigenza agricola, nel XIII secolo, emersa a causa delle scarse precipitazioni annuali, che ha costretto i contadini a costruire un imponente sistema di canali di irrigazione, per poter garantire i propri raccolti. Le acque sono state convogliate dai corsi di fiumi e ruscelli fino ai luoghi dove mancava.
Veri monumenti all'operosità contadina, in gran parte ancora efficienti e funzionanti nonostante il peso dei secoli, nelle valli questi canali d'acqua si chiamano "Waal" ed i sentieri che li fiancheggiano, che servivano per controllare il regolare afflusso di acqua e per effettuare i lavori di manutenzione, hanno assunto il nome di Waalwege.
Riscoperti e riproposti ad uso turistico, questi sentieri Waalwege si snodano per svariati chilometri offrendo straordinarie opportunità di passeggiate; intorno a Merano ne esistono circa una cinquantina.
I percorsi dei Waalwege, generalmente pianeggianti, sono ideali per le famiglie e per gli amanti delle camminate tranquille, punteggiati da locande, ristori, ristoranti, osterie in grado di offrire rapidi spuntini e specialità locali a chi vuole scoprire o ripercorrere questi stupendi sentieri d'acqua.
Non è possibile descriverli tutti; ve ne presentiamo alcuni

Sentiero d'acqua di Lagundo
(lunghezza: 5-6 km, tempo di camminata: ca. 2 ore)

"L'Algunder Waalweg" è un sentiero che percorre dolcemente le pendici poco a monte di Lagundo e collega Tel a Tirolo. E' lungo 5/6 chilometri ed è diviso in due tronconi. Offre una meravigliosa vista panoramica sulla Val d'Adige. Si tratta di un sentiero quasi pianeggiante. La parte ovest inizia al parcheggio presso Tel, si snoda attraverso Plars di Sopra e di Mezzo sino al Grabbach sopra la pittoresca Lagundo Vecchia. La parte est inizia presso il Grabbach a Lagundo paese e conduce a St. Maddalena a Quarazze per collegarsi alla Passeggiata Tappeiner.

Waalweg di Verdines
(lunghezza: 7,5 km, tempo di camminata: ca. 3 - 3½ ore; facile, la via è sempre ben segnata)

(Verdinser Waalweg) Dell'originario percorso che si estendeva per quasi otto chilometri, ne sono rimasti circa due ancora all'aperto, il resto è scomparso in tubazioni sotterranee. Per cui conviene portarsi alla stazione a valle della funivia per Taser e da qui, seguendo le indicazioni, addentrarsi nel bosco. Dopo un breve tratto si giunge ad una scalinata scavata nella roccia, detta "Katzenleiter". L'acqua precipita per un breve tratto e poi in una tubazione sospesa attraversa il corso del Rio Schnuggen. È un luogo abbastanza selvaggio in contrasto con il resto del percorso che, con impercettibile pendenza, attraverso frutteti, prosegue fino nei pressi della Chiesetta di San Giorgio, dalla quale si può ritornare a Scena.

Waalweg di Marlengo
(lunghezza: 13 km, tempo di camminata: ca. 3-3,5 ore)

Il Waalweg di Marlengo (Marlinger Waalweg) si snoda da Tel sino a Lana passando sopra gli abitati di Foresta, Marlengo e Cermes. E' forse il più panoramico, con splendide viste sulla città, sull'ippodromo, sulla Val d'Adige. Un percorso senza difficoltà, con il vantaggio di poter essere iniziato o interrotto anche in moltissimi punti intermedi; quasi tutto pianeggiante, alterna tratti ombreggiati nel bosco (nella zona verso Tel) ad altri più panoramici e soleggiati (da Marlengo a Lana). Il percorso inizia dallo sbarramento idroelettrico di Tel e termina nei pressi di Lana dietro la stazione a valle della funivia per San Vigilio mentre il corso d'acqua confluisce nel Rio Valsura.

Waalweg di Lana

Da Lana a Lana di Sotto, cioè dal centro della borgata ai campi da golf Brandis, si può camminare immersi nella natura lungo il Waalweg che, in onore all'antica casa nobiliare locale, si chiama Brandis. Per raggiungere questa bella passeggiata, provenendo da Merano e superato il ponte sul Rio Valsura si devia in direzione Palade. Appena la strada inizia a salire, sulla sinistra c'è la deviazione che passa sopra la centrale idroelettrica per poi tuffarsi tra frutteti e vigneti e sotto secolari castagni.
Il percorso sfiora il convento Lanegg, la chiesa Santa Margherita e arriva a Lana di Sotto a pochi metri dai campi da golf e dalla tenuta dei conti Brandis. Una volta arrivati a Lana di Sotto, per gli amanti dell' arte non si può tralasciare una visita alla chiesa parrocchiale tardo-gotica inaugurata nel 1492, una delle più belle della provincia. Al suo interno, si può ammirare la maestosa pala d'altare Schnatterpeck, la più grande e una delle più preziose di tutto l'arco alpino.

Waalweg a Castel Juval
(tempo di camminata: ca. 3,5 ore; 300 m. di dislivello; facile)

Si parte da Ciardes, non lontano da Merano, all'imbocco della Val Venosta, da dove, seguendo l'indicazione "Waalweg" si raggiunge Castel Juval dimora dell'alpinista estremo Reinhold Messner e museo dove sono esposti oggetti tibetani ed una raccolta di maschere da cinque continenti. Passando sotto il castello, il sentiero conduce al Ristorante Schlosswirt. Durante la discesa si passa davanti al Sonnenhof per giungere al punto di partenza a Ciardes. Una variante del sentiero porta dal "Waal" al "Himmelreich", e lungo un sentiero che attraversa la campagna si ritorna al punto di partenza.

Waalweg di Stava
(lunghezza: 2,5 km., tempo di camminata: ca.1 ora)

Da Ciardes, passando davanti all'Albergo Himmelreich il sentiero si snoda lungo il Monte Mezzodì (Sonnenberg) in direzione Stava. L'ultimo tratto conduce attraverso i meravigliosi vigneti del maso Unterortl. Possibilità di degustare l'ottimo vino (visite guidate ogni secondo giovedì del mese; prenotazione presso l'Associazione Turistica). Un servizio bus navetta in partenza da Castel Juval riconduce a valle.

© copyright Dolomiti.it

Schede correlate
Estate a Merano
San Leonardo In Passiria (BZ)
Fitness alle Terme di Merano
Merano (BZ)
La mutevole storia di Merano città di cura
Merano (BZ)
Merano: le nuove Terme un valore aggiunto
Merano (BZ)
Merano: le Terme in un colpo d’occhio
Merano (BZ)
Passeggiate e gastronomia alle Terme di Merano
Merano (BZ)
Terme di Merano nei dettagli
Merano (BZ)
Terme di Merano: notizie utili
Merano (BZ)
Terme di Merano: Pools & Sauna
Merano (BZ)
Terme di Merano: Spa & Vital Center
Merano (BZ)
Visita a Merano
Merano (BZ)
Itinerari nel Parco del Gruppo Tessa
Merano (BZ)
Itinerari altoatesini: Scena
Scena (BZ)
Avelengo/Hafling
Avelengo (BZ)
Castelbello / Kastelbell
Castelbello Ciardes (BZ)
Castello Principesco di Merano
Merano (BZ)
Lana e dintorni
Lana (BZ)
Merano e dintorni
Merano (BZ)
I Giardini di Sissi
Merano (BZ)
Itinerari nel meranese: Lagundo
Lagundo (BZ)
Visita a Marlengo
Marlengo (BZ)
Merano nota località turistica
Merano (BZ)
Itinerari altoatesini: Naturno
Naturno (BZ)
Parcines con le frazioni di Rablà e Tel
Parcines (BZ)
Itinerari in val d'Ultimo
provincia di Bolzano
Lungo la val Senales
provincia di Bolzano

Cerchi case?
Piu di 4.500.000 immobili!

GoHome.it immobili!

Comune di Merano


trento bolzano
Sardegna Sicilia Calabria Basilicata Campania Puglia Molise Abruzzo Lazio Umbria Marche Toscana Emilia Romagna Liguria Friuli Venezia Giulia Veneto Trentino Alto Adige Lombardia Piemonte Valle d'Aosta
Elenco Provincie
Trentine


Bolzano
Trento



esecuzione in 0,140 sec.

Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK