Visita all'Abruzzo: Collecorvino

Visita all'Abruzzo: Collecorvino

con il convento di S. Patrignano Abate

La fondazione del Castello di Collecorvino, come narra il "Chronicon Casauriense" sotto la data 16 aprile 853 si deve a Corvino (o Corbino) di Alderamo, ricco proprietario longobardo che, in seguito, vendette a Ludovico II i suoi possedimenti nella contea pennese. Dopo tale episodio, la storia del borgo non ha molti altri riferimenti precisi; o, meglio, gli studi attuali non li hanno ancora messi in luce.
Il centro, che fino ai tempi moderni aveva conservato il fortilizio ora in parte abbattuto in parte trasformato in abitazione civile, si presenta come un nucleo compatto intorno alla piazza principale, sulla quale converge una serie di vicoli lastricati a mattoni posti a taglio.

La chiesa di S. Andrea Apostolo, di origine benedettina ed elevata a collegiata nel 1572, è stata completamente trasformata in epoca barocca.
Sulla sommità di un colle a nord dell'abitato sorge il convento di S. Patrignano Abate (visite: a richiesta al Municipio), di origine benedettina ma ristrutturato a partire dal 1603 per opera dei Francescani. La chiesa ora si presenta con una facciata a edicola: l'interno, barocco, sembra incompleto per la mancanza delle volte. Usuale la struttura del chiostro, con pozzo centrale e ingenue scene di carattere religioso sulle lunette delle pareti.

da www.provincia.pescara.it

Schede correlate
Il litorale in provincia di Pescara
provincia di Pescara
Provincia di Pescara - l'ambiente
provincia di Pescara

Cerchi case?
Piu di 4.500.000 immobili!

GoHome.it immobili!

Comune di Collecorvino


pescara chieti l'aquila teramo
Sardegna Sicilia Calabria Basilicata Campania Puglia Molise Abruzzo Lazio Umbria Marche Toscana Emilia Romagna Liguria Friuli Venezia Giulia Veneto Trentino Alto Adige Lombardia Piemonte Valle d'Aosta

categorie schede turistiche
a Collecorvino


Attrazioni


esecuzione in 0,078 sec.

Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK