Tradizioni parmigiane: La Madonna del Rosario

Tradizioni parmigiane: La Madonna del Rosario

la prima domenica di ottobre

Oltre che nelle celebrazioni liturgiche, questa ricorrenza ha radici profonde nell’intimo delle famiglie per la recita del Rosario.
Con la prima domenica di ottobre ritorna un’antichissima festa colorata in passato con grande solennità e con fede in varie parti della provincia: la Madonna del Rosario.
Numerose sono le chiese nel Parmense che festeggiano la Maria sotto questo titolo, tra esse quella di Lesignano de’ Bagni.
Due dei Santuari più belli dedicati a questa Madonna sono quello di Fontanellato e di Grammatica.

Quest’ultimo si presenta nella sua caratteristica struttura con due campanili. All’interno della chiesa sta la dolce immagine della Vergine che portando il Bimbo, mostra ad un tempo la corona del Rosario.
Quello di Fontanellato venne riedificato e dedicato alla Vergine de Rosario intorno al 1552.
La prima domenica di ottobre, una grande fiera arriva a Sorbolo assieme alla puntualissima nebbia autunnale, al profumo dei mosti e alla nostalgia pungente di un’estate ormai trascorsa.
I sorbolesi aspettano i parenti e i forestieri, mentre sulla piazza si pigiano i baracconi.
“E le rezdore aprono il loro borsellino borbottando per il previsto e calcolato tributo alla spensieratezza”.
Tre giorni di fiera durante i quali i sorbolesi vanno più adagio del solito passeggiando pian piano per le strade del centro, attorno alla piazza incredibilmente colma di complessi “arnesi” per la gioia dei più piccoli. S’intrecciano gli affari tra gli alberi fronzuti dei viali e anche gli agricoltori fanno una meritata sosta al loro lavoro per parlare dell’annata, dei raccolti e delle prossime semine.
I sorbolesi sono fatti così: “Amano la loro terra d’un amore esclusivo perché solo loro possono capirla. Difatti non troverete nessuno di loro disposto a parlare bene di Sorvolo, ma nessuno che permetta agli altri di parlarne male”.

da www.turismo.parma.it

Schede correlate
Tradizioni parmigiane: Il pranzo di Natale
provincia di Parma
Tradizioni parmigiane: A Natale c’è un dolce sovrano
provincia di Parma
Tradizioni parmigiane: Una Vigilia di Natale ricca di tradizione
provincia di Parma
Tradizioni parmigiane: Santa Lucia
provincia di Parma
Tradizioni parmigiane: I giorni della Merla
provincia di Parma
Tradizioni parmigiane: Sant’Ilario
provincia di Parma
Tradizioni parmigiane: Giostra dei nasi
Soragna (PR)
Tradizioni parmigiane: San Biagio
provincia di Parma
Tradizioni parmigiane: La notte dei falò
provincia di Parma
Tradizioni parmigiane: Fiera di San Giuseppe
provincia di Parma
Tradizioni parmigiane: Il pesce d’Aprile
provincia di Parma
Tradizioni parmigiane: Gli “Smaggi”
Soragna (PR)
Tradizioni parmigiane: I maggianti
provincia di Parma
Tradizioni parmigiane: La rugiada di San Giovanni
provincia di Parma
Tradizioni parmigiane: La fiera agricola del Cornazzano
Parma (PR)
Tradizioni parmigiane: Feste contadine d'agosto
provincia di Parma
Tradizioni parmigiane: Le lacrime di San Lorenzo
provincia di Parma
Tradizioni parmigiane: La sagra della Croce
provincia di Parma
Tradizioni parmigiane: San Matteo sul Monte Caio
provincia di Parma
Tradizioni parmigiane: Festa di San Crispino
provincia di Parma
Tradizioni parmigiane: La notte di Ognissanti
provincia di Parma
Tradizioni parmigiane: Il Tartufo in Festa
provincia di Parma
Tradizioni parmigiane: San Martino
provincia di Parma

rimini forli ravenna ferrara bologna modena reggio emilia parma piacenza
Sardegna Sicilia Calabria Basilicata Campania Puglia Molise Abruzzo Lazio Umbria Marche Toscana Emilia Romagna Liguria Friuli Venezia Giulia Veneto Trentino Alto Adige Lombardia Piemonte Valle d'Aosta



esecuzione in 0,25 sec.

Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK