Toscana: risorse minerarie e industrie

Toscana: risorse minerarie e industrie

il suo sottosuolo è fonte di energia geotermica

L'estrazione mineraria non ha più l'importanza che aveva in epoche passate; rimane tuttavia un'attività non trascurabile. Tra i vari giacimenti, alcuni dei quali esauriti o inattivi perché troppo costosi (ad esempio quelli di minerali di ferro dell'isola d'Elba e di mercurio del monte Amiata), se ne segnalano alcuni di minerali di rame e di piombo, nonché di piriti, da cui si ottiene ferro. Hanno grande rilievo i marmi delle Alpi Apuane, assai pregiati e ricercati, che devono la loro fama alle sculture di Michelangelo, in particolar modo il bianco di Carrara e l'alabastro di Volterra. La Toscana ha inoltre un'interessante fonte di energia geotermica: i soffioni boraciferi di Larderello (in provincia di Pisa), dai quali si estrae appunto il borace, che emettono grandi quantità di vapore naturale, impiegato per alimentare centrali elettriche. Proprio la presenza di numerosi minerali ha favorito nei passati decenni lo sviluppo, su iniziativa in larga misura pubblica o grazie a capitali provenienti da altre regioni, dell'industria pesante, concentrata lungo la fascia costiera, con complessi siderurgici, chimici, meccanici e, avvalendosi soprattutto del petrolio greggio importato dallo scalo portuale di Livorno, petrolchimici. La tipica industria toscana è invece quella manifatturiera, di derivazione artigianale, destinata alla produzione di beni di consumo. Diffusione piuttosto ampia ha il settore tessile: la città di Prato è uno dei massimi centri italiani nella produzione di tessuti di lana. Molto importante è anche la lavorazione delle pelli e del cuoio, con un'area particolarmente densa di piccole aziende a Santa Croce sull'Arno (in provincia di Pisa); altri prodotti sono il vetro, la ceramica e il mobile. Al servizio di un settore turistico particolarmente affermato continuano ad avere grande sviluppo varie attività artigianali, tra cui i cappelli e le borse di paglia di Firenze, gli oggetti in alabastro di Volterra e i ferri battuti di Siena.

Schede correlate
Toscana
provincia di Firenze
Astronomia in Toscana
provincia di Livorno
Toscana: il territorio
provincia di Firenze
Toscana: clima e ambiente
provincia di Firenze
Toscana: flora e fauna
provincia di Firenze
Toscana: l'economia
provincia di Firenze
Toscana: l'agricoltura
provincia di Firenze
Toscana è Turismo
provincia di Firenze
Toscana: popolazione e città
provincia di Firenze
Toscana: cenni storici
provincia di Firenze
Firenze: la città
Firenze (FI)
Funghi in Toscana
provincia di
Cucina popolare toscana
provincia di Firenze

pisa livorno grosseto siena arezzo firenze prato pistoia lucca massa
Sardegna Sicilia Calabria Basilicata Campania Puglia Molise Abruzzo Lazio Umbria Marche Toscana Emilia Romagna Liguria Friuli Venezia Giulia Veneto Trentino Alto Adige Lombardia Piemonte Valle d'Aosta



esecuzione in 0,156 sec.

Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK