Roma: Fori Imperiali

Roma: Fori Imperiali

adiacente al Colosseo è primo monumento archeologico della capitale

Se chiusa al traffico, la via, attraverso nuovi scavi, porterebbe alla luce la restante parte dell'area e si trasformerebbe così nella più grande città archeologica al mondo. Isola pedonale la domenica, la strada che parte da Piazza Venezia e conduce al Colosseo [Anfiteatro Flavio] è costeggiata dai Fori e dall'imponente Mercato Traiano, progettato da Apollodoro di Damasco nel 107 d.C e completato in seguito dall'imperatore Adriano. Subito dopo l'Altare della Patria s'incontrano le rovine del Foro di Cesare e del Tempio di Venere Genitrice voluto da Cesare prima della battaglia di Farsalo [48 a.C ca]. Attraversando la strada si giunge davanti al Foro Traiano [107-113 d.C] dove si trovano i resti della basilica Ulpia, la più grande dell'antica Roma, e la colonna Traiana. Alta 40 metri è scandita da un fregio a spirale ornato da 2500 figure che rappresentano gli episodi delle spedizioni di Traiano contro i Daci [101-103, 107-108 d.C]. Subito dopo incontriamo il Foro di Augusto, costruito in commemorazione della vittoria di Filippi [42 a.C] e dedicato a Marte Ultore ["vendicatore" visto che nella battaglia morirono Cassio e Bruto, i sicari di Cesare] a cui si dedicò anche il tempio in parte ancora visibile. Successivamente si entra nel Foro di Nerva, sorto nel 97 d.C. In mezzo si ergeva il tempio di Minerva di cui è rimasto solo il basamento. Poi l'area archeologica è interrotta da Via Cavour. Attraversiamo la strada e superato l'ingresso dei Fori Romani incontriamo la chiesa dei Ss.Cosma e Damiano, ricavata nel 527 da un'aula del Foro della Pace e rielaborata nel 1632, in cui sono sopravvisuti degli splendidi mosaici del VI° e VII° secolo. Più avanti una salita a destra ci conduce alla chiesa di S.Francesca Romana, costruita alla fine dell'anno mille. Nell'interno, rifatto quasi completamente tra il 1595 e il 1615, d'ammirare il gruppo scultoreo a marmi policromi di Gianlorenzo Bernini [1638-49]. Una volta ridiscesi ritorniamo cinquanta metri indietro e giriamo a sinistra per S.Pietro in Carcere e il Carcere Mamertino, costruito dopo l'invasione gallica [387 a.C ca]. E fu qui che morirono Vercingetoringe e i complici di Catilina. Di fronte è la chiesa dei Ss.Luca e Martina, composta da una chiesa inferiore, risalente al VI° secolo, e da una superiore elaborata tra il 1634 e il 1650 da Pietro da Cortona. Tornati sulla strada principale ci ritroviamo vicini all'ingresso del Foro Romano da cui successivamente si raggiunge il Palatino. Terminata la visita siamo di fronte al Colosseo dove inizia l'itinerario successivo.

Schede correlate
Roma: zona Termini
Roma (RM)
Visita al Colosseo
Roma (RM)
Conoscere Roma: l'esterno del Colosseo
Roma (RM)
Fori Imperiali
Roma (RM)
Foro di Traiano
Roma (RM)
Conoscere Roma: Foro di Cesare
Roma (RM)
in giro per Roma: Colosseo
Roma (RM)
Conoscere Roma: Foro della Pace
Roma (RM)
in giro per Roma: Foro Romano e Fori Imperiali
Roma (RM)
Roma in 96 ore
Roma (RM)

Cerchi case?
Piu di 4.500.000 immobili!

GoHome.it immobili!

Roma e il Colosseo: notturna di via dei Fori Imperiali
Roma e il Colosseo: notturna di via dei Fori Imperiali

Comune di Roma


latina frosinone roma rieti viterbo
Sardegna Sicilia Calabria Basilicata Campania Puglia Molise Abruzzo Lazio Umbria Marche Toscana Emilia Romagna Liguria Friuli Venezia Giulia Veneto Trentino Alto Adige Lombardia Piemonte Valle d'Aosta



esecuzione in 0,171 sec.

Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK