Percorsi educativi scuola extrascuola

Percorsi educativi scuola extrascuola

ex-Occasioni Didattiche

Viene richiesto ad ogni scuola di lavorare in maniera comune su un’ unica area tematica, scelta fra educazione alla legalità, educazione ambientale e territoriale, educazione musicale, attività espressive e teatrali, intercultura, informatica-multimedialità, educazione alla lettura, attività manipolative. Per le scuole elementari, se necessario, è possibile individuare un’area tematica per ciclo.
In due momenti distinti, nel mese di giugno e di settembre, si svolgono incontri con i referenti delle scuole. A giugno avviene la verifica del lavoro svolto, ed i referenti indicano se proseguire i progetti anche nel successivo anno scolastico oppure propongono nuove aree di interesse. Il Quartiere individuerà, assieme ai referenti scolastici, le Associazioni o i soggetti che collaboreranno all’attività scelta.
Nel mese di settembre, invece, sono convocate le riunioni con gli insegnanti, per n modo da fare la vera e propria scelta delle offerte formative e per programmare le attività che vedranno sia momenti di presenza degli esperti in classe sia momenti di lavoro autonomo sul tema da parte degli insegnanti. Il Quartiere, attraverso la Biblioteca, metterà a disposizione una bibliografia ragionata e testi di documentazione sull’argomento scelto; inoltre gli operatori del Centro di Documentazione Catia Franci saranno a disposizione, su richiesta della scuola, per ricerche sul tema con l’ausilio di Internet e per collaborare alla preparazione della documentazione delle esperienze fatte.

Progetto PIA (progetto integrato d’area)

Fra le iniziative rivolte alle scuole, un ruolo importante hanno anche gli interventi previsti all’interno del progetto P.I.A. Questo progetto mira, in continuità con quello presentato lo scorso anno, alla riduzione della dispersione e dello svantaggio scolastico e al raggiungimento del successo formativo dei ragazzi e delle ragazze, attraverso un’azione coordinata che incida nelle seguenti aree prioritarie:

1) area dell’integrazione istruzione-formazione-orientamento, con interventi che tendano a rafforzare la collaborazione e il collegamento fra istituzioni diverse che operano su queste tematiche (Scuole secondarie, Scuola di base, Centri per la Formazione Professionale, Centri territoriali per l’impiego) ed interventi di orientamento/motivazione con i ragazzi dell’ultimo biennio della scuola media e del primo anno della scuola superiore.

2) area della continuità educativa, con interventi rivolti ai docenti per diffondere e condividere il principio della continuità educativa, sostenere l’idea e la pratica della progettazione collegiale tra scuole di vario ordine, costruire i curricoli (coniugando indirizzi nazionali, contesto territoriale ed esigenze di apprendimento) e facilitare il successo formativo ;

3) informatica e disabilità, progetto in collaborazione con la Direzione Istruzione Comune di Firenze, U.O. Interventi per Disabili, C.R.E.D Ausilioteca. L’obiettivo è fornire un supporto a insegnanti ed operatori scolastici per conoscere le possibilità e le potenzialità delle nuove tecnologie informatiche applicate alla didattica. Il progetto, per l’integrazione scolastica degli alunni disabili, o in condizioni di disagio e/o di svantaggio, verrà attivato presso la sede del centro Catia Franci (link al centro Catia Franci).

Il progetto, caratterizzato necessariamente da una forte integrazione fra le istituzioni coinvolte, prevede: interventi di tipo formativo, di consulenza e di tutoraggio rivolti agli insegnanti; lavori di équipe interistituzionale; interventi didattici condotti direttamente con i ragazzi, in stretto collegamento con gli insegnanti delle classi; seminari di studio tematico.

Aggiornamento degli insegnanti

Si propongono agli insegnanti corsi di aggiornamento che riguardano i settori dell’informatica, dell’attività espressiva, teatrale e musicale, della ceramica, della lettura, con particolare riferimento alla gestione delle biblioteche scolastiche, della comunicazione verbale e non verbale nell’intervento sul disagio. Gli insegnanti potranno iscriversi ai corsi anche indipendentemente dall’ area tematica scelta per i laboratori attivati nei “percorsi educativi scuola extrascuola” ma, nel caso di iscrizioni in esubero, sarà data priorità ai casi in cui c’è congruenza fra i temi delle due tipologie di attività.

Schede correlate
Firenze servizi - l'Albero di Alice
Firenze (FI)
Firenze servizi - La Carrozza di Hans
Firenze (FI)
Firenze servizi - La Mondolfiera
Firenze (FI)
Firenze servizi - operatori di strada
Firenze (FI)
Firenze servizi al cittadino - Educazione familiare
Firenze (FI)
Firenze servizi - Il Bandolo
Firenze (FI)
Firenze servizi - Non Solo TV
Firenze (FI)
Firenze: Ufficio Servizi educativi
Firenze (FI)

Cerchi case?
Piu di 4.500.000 immobili!

GoHome.it immobili!

Comune di Firenze


pisa livorno grosseto siena arezzo firenze prato pistoia lucca massa
Sardegna Sicilia Calabria Basilicata Campania Puglia Molise Abruzzo Lazio Umbria Marche Toscana Emilia Romagna Liguria Friuli Venezia Giulia Veneto Trentino Alto Adige Lombardia Piemonte Valle d'Aosta



esecuzione in 0,093 sec.

Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK