Museo del Cenacolo di San Salvi

Museo del Cenacolo di San Salvi

intitolato al maestoso affresco di Andrea del Sarto

Nel complesso architettonico del Monastero di San Salvi ha sede il Museo del Cenacolo di Andrea del Sarto. Della chiesa e del Convento si hanno notizie sin dal secolo XI, ma nel tempo hanno subito diverse trasformazioni. Il Museo, intitolato al maestoso affresco di Andrea del Sarto, venne istituito nel 1981 dopo lunghi lavori di restauro del complesso architettonico e delle opere in esso contenute.

Il percorso museale si apre con la Galleria: vi sono ospitate le opere di arte sacra del Cinquecento fiorentino realizzate da artisti come Giorgio Vasari, e Ridoflo del Ghirlandaio. Tra i reperti più importanti, alcuni frammenti del Monumento funebre di San Giovanni Gualberto, fondatore dell'ordine vallombrosano, realizzato da Benedetto da Rovezzano nel XVI secolo. La sala successiva è intitolata al Lavabo, anch'esso, opera di Benedetto da Rovezzano. Si prosegue con il Refettorio: un'intera parete, racchiusa in un arco che fa da cornice, è occupata dal Cenacolo affrescato da Andrea del Sarto nel 1526. Il dipinto rappresenta l'Ultima cena tra Gesù e i 12 Apostoli in un ambiente prospettico e lineare. Nella stessa sala sono esposte altri affreschi di Andrea del Sarto. Tra essi una magnifica Annunciazione.

Biglietto: Ingresso gratuito
Orario ingresso: 8.15 - 13.50
Chiuso Lunedì

Via di San Salvi
tel. 055 2388603

Cerchi case?
Piu di 4.500.000 immobili!

GoHome.it immobili!

Comune di Firenze


pisa livorno grosseto siena arezzo firenze prato pistoia lucca massa
Sardegna Sicilia Calabria Basilicata Campania Puglia Molise Abruzzo Lazio Umbria Marche Toscana Emilia Romagna Liguria Friuli Venezia Giulia Veneto Trentino Alto Adige Lombardia Piemonte Valle d'Aosta



esecuzione in 9,472 sec.

Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK