Luoghi della bassa parmense: Roccabianca

Luoghi della bassa parmense: Roccabianca

racchiuso tra i torrenti Stirone e Taro

Roccabianca si trova a 32 metri sul livello del mare e dista 29 km. dal capoluogo di provincia da cui è raggiungibile tramite la provinciale n. 10 Parma Cremona, oppure tramite l'antica Provinciale Padana. E' uno dei numerosi paesi che sorgono nelle vicinanze del Po, in quella fascia di pianura alluvionale chiamata "Bassa", a destra del grande fiume, e racchiuso tra i torrenti Stirone e Taro. Non è da sempre che Roccabianca porta questo nome: Pare che il primo nucleo abitativo del centro sia da rintracciare nel vicino villaggio di Rezinoldo o Arzenoldo, e che troviamo nominato per la prima volta in un diploma di Federico Barbarossa, come facente parte del feudo di Oberto Pallavicino. Un rescritto di Amolfo dell'894 chiarisce come le terre di Fossa e Stagno fossero a quel tempo di proprietà della Chiesa di Parma, mentre in un diploma di Enrico IV, datato 1058, compare il nome della famiglia Borgi o Da Borgo, di Cremona, quale detentrice di numerosi diritti sulle pertinenze di Stagno e Tolarolo. Nella contesa tra i Pallavicino, della marca bussetana e i Rossi, conti di San Secondo, che si protrae lungo tutto l'arco del XIV e del XV secolo, i primi si appropriano di Zibello e Rezinoldo, che nel 1417 viene bruciato. Nel 1449, però, Francesco Sforza conferma solennemente la proprietà dei Rossi sulle terre contese. E' a questo punto che entra in scena Roccabianca: Pier Maria Rossi, infatti, attorno alla metà del secolo, fa erigere un castello nei pressi di Rezinoldo, a difesa delle terre che possiede presso il Po. Secondo alcuni il suo nome deriverebbe da quello di Bianca Pellegrini, per il quale il Rossi, suo amante, avrebbe in realtà fatto costruire il castello. Francesco Luigi Campari, il maggiore storico del paese di Roccabianca, invece, sostiene che il nome della rocca deriva dal fatto che essa fosse interamente intonacata di bianco e a questo proposito cita cenni storici. Per quanto riguarda l'aspetto turistico-monumentale, di grande interesse sono l'antico castello di proprietà privata e attualmente in fase di restauro, nonché la casa natale di Giovannino Guareschi prospiciente piazza Balestrieri ove è allestita una piccola raccolta di documentazione sul grande scrittore nato a Fontanelle. Il turista pendolare può inoltre trovare luoghi confortevoli per la pesca nei fiumi Taro e Po e anche in un laghetto specializzato a Stagno ove è inoltre possibile praticare sport nautici.

Schede correlate
Bassa parmense: visita a Sissa
Sissa (PR)
La bassa parmense: Busseto
Busseto (PR)
La bassa parmense: Felino
Felino (PR)
Trecasali
Trecasali (PR)
Sorbolo: Centro civico culturale
Sorbolo (PR)
Le Terre del Magnifico - Roccabianca
Roccabianca (PR)
Parma e i suoi castelli
provincia di Parma
Cicloturismo nel Parmense
provincia di Parma

Cerchi case?
Piu di 4.500.000 immobili!

GoHome.it immobili!

Comune di Roccabianca


rimini forli ravenna ferrara bologna modena reggio emilia parma piacenza
Sardegna Sicilia Calabria Basilicata Campania Puglia Molise Abruzzo Lazio Umbria Marche Toscana Emilia Romagna Liguria Friuli Venezia Giulia Veneto Trentino Alto Adige Lombardia Piemonte Valle d'Aosta

categorie schede turistiche
a Roccabianca


Attrazioni


esecuzione in 0,218 sec.

Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK