La gravidanza di Nerone

La gravidanza di Nerone

leggende romane

Chi non conosce la follia di Nerone? Un giorno l'imperatore, assai poco amato dai suoi sudditi e temuto per le sue stramberie e per gli accessi di violenza, decise di voler provare la sensazione della gravidanza. Chiamò quindi a sé due medici di corte e gli ordinò di risolvere la questione.
I due poveri malcapitati prepararono un beverone vagamente soporifero e lo fecero ingerire all'imperatore assieme ad una piccolissima rana. La bestiola, rimanendo viva ancora per un poco e movendosi all'interno della pancia di Nerone, gli diede una sensazione simile a quella delle gestanti in avanzata gravidanza.
Coscienti tuttavia della brevissima durata del trucco i due medici non attesero di ricevere i ringraziamenti e fuggirono a gambe levate per non cadere vittima dell'ira dell'imperatore folle.

Schede correlate
La Bocca della Verità
Roma (RM)
Il palazzo della scimmia
Roma (RM)
L'altar maggiore in San Pietro
Roma (RM)
I buchi del Colosseo
Roma (RM)
L'angelo di Castello
Roma (RM)
Pasquino
Roma (RM)
Donna Olimpia
Roma (RM)
Quel che non fecero i barbari
Roma (RM)
Il pappagallo irriverente
Roma (RM)
Le ciliegie del Papa
Roma (RM)
Rigido come una Guardia Svizzera
Roma (RM)
Gli scherzi di Don Zurla
Roma (RM)
La rupe tarpea
Roma (RM)
L'astuzia di Sisto V
Roma (RM)
La breccia di San Pietro
Roma (RM)
La magnificenza dei Chigi
Roma (RM)
La papessa Giovanna
Roma (RM)
Il drago di San Silvestro
Roma (RM)
La spada di Orlando
Roma (RM)

Cerchi case?
Piu di 4.500.000 immobili!

GoHome.it immobili!

Busto di Nerone
Busto di Nerone

Comune di Roma


latina frosinone roma rieti viterbo
Sardegna Sicilia Calabria Basilicata Campania Puglia Molise Abruzzo Lazio Umbria Marche Toscana Emilia Romagna Liguria Friuli Venezia Giulia Veneto Trentino Alto Adige Lombardia Piemonte Valle d'Aosta



esecuzione in 0,359 sec.

Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK