La Cavalcata Sarda

La Cavalcata Sarda

Appuntamento di grande richiamo di Sassari

La Cavalcata Sarda è una scoperta affascinante della vita sarda, una vera "esposizione di costumi sardi" offerti in una straordinaria varietà di colori. Questa manifestazione non ha una tradizione storica lontana, ma ricorda quella organizzata per la visita dei sovrani in Sardegna nel 1899, dove il "clou" doveva essere un "festival", cioè una festa popolare che evidenziava i differenti costumi Ripresa nel 1951, è diventata una festa popolare annuale di canti, balli e colori.
La Cavalcata può essere considerata come una grande festa di primavera, si svolge la penultima domenica di maggio, e vede la partecipazione di diversi gruppi di persone, provenienti da più di 70 paesi della Sardegna che sfilano con i costumi tradizionali. Ogni costume è un pezzo unico ed originale per colore e forma: i costumi degli uomini e delle donne, quelli per le feste e quelli di tutti i giorni, quelli del ricchi e quelli dei poveri, dei pastori e dei pescatori, delle donne sposate e delle vedove. Gli elementi caratterizzanti il costume maschile sono il berretto a maglia, la camicia, il gilet, la giacchetta, le "ragas", i pantaloni in lino bianco, le varie forme di mantello, con il caratteristico "gabbanu" tipico della tradizione pastorale, la mastruca, grossa veste di pelle e lana di pecora non conciata, che a seconda della stagione si portava con lana all'interno o all'esterno, alla quale si poteva aggiungere, o meno, il "collettu" larga veste di cuoio finemente conciata che arriva fino alle ginocchia, aperta davanti e tenuta da una larga cintura di cuoio ricamata.
Il costume femminile è più ricco, più vario, colorato e sontuoso. Gli elementi essenziali sono: la cuffia che può essere un foulard, un velo, una cappa, o uno scialle. La camicetta, sempre bianca, anche per le vedove (che portano una benda bianca sul viso come nel Medio Evo), il corsetto di forme diverse. La veste può essere con delle maniche aperte per lasciare fuoriuscire gli sbuffi della camicia; la giubbetta di stoffe e colori vari, generalmente pieghettata e finemente cucita. Il costume femminile prevede come decorazione essenziale un'incredibile e ricco apparato di gioielli d'oro, argento, corallo e perle.

Schede correlate
Appuntamenti a Sassari: La Settimana Santa
Sassari (SS)
Appuntamenti del folklore sardo: i Candelieri
Sassari (SS)
Il territorio comunale di Sassari
Sassari (SS)
Il territorio della provincia di Sassari
provincia di Sassari
Sassari la città
Sassari (SS)
Sassari: Museo Diocesano
Sassari (SS)
Sassari: Museo Etnografico Francesco Bande
Sassari (SS)
Sassari: Museo G. A. Sanna
Sassari (SS)
Sassari: Palazzo Masedu, Ducale, Teatro Civico
Sassari (SS)
Feste e tradizioni della Sardegna
provincia di
La Sartiglia ad Oristano
provincia di Oristano

Cerchi case?
Piu di 4.500.000 immobili!

GoHome.it immobili!

Comune di Sassari


Mappa Sardegna Cagliari Carbonia - Iglesias Medio Campidano Ogliastra Oristano Nuoro Olbia - Tempio Sassari
Sardegna Sicilia Calabria Basilicata Campania Puglia Molise Abruzzo Lazio Umbria Marche Toscana Emilia Romagna Liguria Friuli Venezia Giulia Veneto Trentino Alto Adige Lombardia Piemonte Valle d'Aosta

categorie schede turistiche
a Sassari


Attrazioni
Eventi e news


esecuzione in 0,25 sec.

Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK