Itinerari nel piacentino: La Strada dei Mulini

Itinerari nel piacentino: La Strada dei Mulini

arte molitoria in Val Tidone: un “elisir di vita”

In giro per l’Europa, in particolare tra Olanda, Belgio, Germania esistono diversi itinerari che hanno come soggetto principale il mulino. Tra i più interessanti è senz’altro la Strada dei Mulini che si sviluppa nella regione della Westfalia, a metà tra Berlino ed Amsterdam, un lembo della Germania settentrionale, disteso tra il corso del fiume Weser e il Mare del Nord. In un territorio che appare dall’alto come un mosaico di acque e campi, opera, ormai da anni, una associazione composta in buona parte da volontari, che accoglie ed accompagna lungo un percorso organizzato, raccontando storie e curiosità di quei luoghi.

Mille chilometri sono necessari per raggiungere quei luoghi - che vedremo in un prossimo appuntamento -, molti meno servono per raggiungere quel territorio, pure ricco di mulini, oggetto del nostro primo appuntamento con Vissi di Viaggio.

Capita (raramente ma capita) che anche nel nostro territorio piacentino, alcune persone di iniziativa e di particolare apertura, caratteristiche non propriamente tipiche della nostra cultura, diano vita ad un progetto dentro il quale non vi sono necessariamente scopi commerciali, o per lo meno non ne rappresentano la priorità, ma che diversamente ha, come valore primo, il recupero delle tradizioni e del territorio, mosso dai sentimenti e dall’attaccamento alla propria terra.
E’ il caso dell’Associazione La Strada dei Mulini, sorta solo qualche mese fa in Val Tidone, che racchiude oggi circa una ventina di aderenti tra mulini, aziende agricole, aziende vitivinicole e prodotti artigianali tipici. L’intento consiste nel recupero degli oltre trenta mulini sparsi nel territorio, allo scopo di ripristinare, anche solo a livello dimostrativo e didattico, la loro funzionalità, riproponendoli quali strutture ricettive e di ospitalità, o di interesse culturale, come il Mulino Lentino che aprirà le sue porte nella primavera 2007 come Museo della Civiltà Molitoria, per esporre una serie di oggetti, documenti ed attrezzi, frutto di ricerca e studi approfonditi. Ambizioso è invece l’obiettivo che consiste nella realizzazione di una linea produttiva che vedrebbe uno Sfarinato biologico ottenuto con la trasformazione delle granaglie secondo metodi artigianali originali, con l’uso di alcuni mulini della zona, azionati come un tempo, dall’acqua che muove la macina a pietra; il prodotto ottenuto verrebbe in seguito contrassegnato con un marchio d’origine per trovare spazio in un mercato di nicchia, capace di valorizzarne qualità e tipicità.

per collaborare con la redazione
contattare Roberto Rossi
tel. 0523.609545
cell. 349.8569627
vissidiviaggio@robyrossi.it


da La Cronaca
Roberto Rossi

Schede correlate
Associazione La Strada dei Mulini
Pianello Val Tidone (PC)
Centri della Strada dei Mulini: Nibbiano
Nibbiano (PC)
Centri storici lungo La Strada dei Mulini
Pianello Val Tidone (PC)
Come nasce La Strada dei Mulini
Nibbiano (PC)
Franco Borghi: l'ultimo dei mugnai
Nibbiano (PC)
Itinerario dei Mulini: Pianello e la Rocca d'Olgisio
Pianello Val Tidone (PC)
La Strada dei Mulini
Nibbiano (PC)
La Strada dei Mulini e i suoi protagonisti
Pianello Val Tidone (PC)
La Valle di Mulini - il territorio
Pianello Val Tidone (PC)
Vissi di Viaggio a Caminata e Pecorara
Caminata (PC)

Cerchi case?
Piu di 4.500.000 immobili!

GoHome.it immobili!

logo de La strada dei Mulini
logo de La strada dei Mulini

Comune di Nibbiano


rimini forli ravenna ferrara bologna modena reggio emilia parma piacenza
Sardegna Sicilia Calabria Basilicata Campania Puglia Molise Abruzzo Lazio Umbria Marche Toscana Emilia Romagna Liguria Friuli Venezia Giulia Veneto Trentino Alto Adige Lombardia Piemonte Valle d'Aosta
Attrazioni
Località

categorie schede turistiche
a Nibbiano


Arte e cultura
Attrazioni


esecuzione in 0,203 sec.

Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK