Itinerari in terra abruzzese: Penne

Itinerari in terra abruzzese: Penne

il primo nucleo sorse sul colle Sacro

Sul sito urbano più antico della provincia si sono susseguite una città dei Vestini, una romana e una medievale, che fu sede vescovile fin dal 771. Delle prime due non appaiono quasi tracce, mentre l'ultima rimane nell'impianto urbanistico dell'abitato attuale, in numerosi edifici e nel materiale edilizio, il mattone.

La città medievale si formò nel tempo; un primo nucleo sorse sul colle Sacro, un secondo su quello di Santa Croce, attorno a un castello oggi scomparso.
Tra XI e il XIII secolo i due nuclei crebbero lungo il crinale che prima li separava fino al suo punto più basso, la piazza Luca da Penne sede di mercato dal 1254; la città così riunita fu cinta di mura.

Tra il XII e il XV secolo sorsero numerosi quartieri e conventi, ma anche scontri con L'Aquila.
Nel 1522 Carlo V l'assegnò in dote ad Alessandro de' Medici e, nel 1538, a Margherita d'Asburgo, che la elesse a capitale del suo stato farnesiano in Abruzzo, titolo che mantenne anche quando, con l'avvento dei Borbone, l'eredità ducale tornò a far parte del regno di Napoli. E fu proprio in quel secolo che furono trasformate in palazzi molte abitazioni medievali, venne riorganizzato il convento di S. Domenico e rifatta la facciata di alcune chiese.

da www.provincia.pescara.it

Schede correlate
Provincia di Pescara - l'ambiente
provincia di Pescara
Provincia di Pescara - la storia dalle origini
provincia di Pescara

Cerchi case?
Piu di 4.500.000 immobili!

GoHome.it immobili!

Comune di Penne


pescara chieti l'aquila teramo
Sardegna Sicilia Calabria Basilicata Campania Puglia Molise Abruzzo Lazio Umbria Marche Toscana Emilia Romagna Liguria Friuli Venezia Giulia Veneto Trentino Alto Adige Lombardia Piemonte Valle d'Aosta

categorie schede turistiche
a Penne


Attrazioni


esecuzione in 0,093 sec.

Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK