Fidenza: itinerario delle chiese e oratori

Fidenza: itinerario delle chiese e oratori

chiesa della Gran madre di Dio e altre

L'edificio di epoca farnesiana fu costruito a partire dal 1696 in base al progetto del gesuita Stefano Maria Bramieri. L'elegante facciata barocca è scandita da pilastrate, sei nella parte inferiore e quattro in quella superiore, mentre la lapide collocata sul portale principale ricorda la data di inaugurazione del tempio (1722) ed il magnifico patrocinatore dell'opera, Francesco I Farnese, duca di Parma e Piacenza.

Complesso dell'ex collegio dei Gesuiti
La storia dell'edificio è legata a quella dell'attigua chiesa coeva, della "Gran Madre di Dio". Anche i lavori di costruzione iniziarono nello stesso anno, 1696, sempre per volontà del Duca Francesco Farnese in base ai progetti del citato Stefano Maria Bramieri.

Ex convento dei Frati Agostiniani
L'edificio si affaccia sulla piazza Gioberti e si contrappone ad uno scenario di abitazioni di semplice struttura. Il palazzo fu eretto attorno al 1602 e fu incamerato dal Demanio dopo la soppressione degli ordini religiosi voluta da Napoleone nel 1805. Attualmente è sede di uffici pubblici.

Chiesa di S. Antonio Abate
Fu eretta alla fine del secolo XII dai religiosi antoniani con un annesso convento ed un ospedale per pellegrini. Chiusa per diversi anni dopo l'ultima guerra, la Chiesa, restaurata, è stata riaperta al culto nel 1968.

Chiesa di S. Pietro
L'edificio, in stile toscano, risale, per quanto riguarda la struttura centrale, agli inizi del XVII secolo, mentre le sei cappelle laterali furono aggiunte nel 1786 grazie al benevolo interessamento di Ferdinando di Borbone. Nell'interno, a tre navate, sono conservati pregevoli dipinti di autori parmensi dei secoli XVII e XVIII.

Chiesa di S. Maria
Sorge sull'area di una cappella di struttura Romanica del secolo XII, accanto alla quale fu eretto un ospedale per pellegrini, soppresso nel 1778. Attualmente il piccolo chiostro sulla fiancata della chiesa è quanto rimane del citato ospizio per pellegrini detto Ospedale degli Scotti. Nel 1972 l'edificio della chiesa fu oggetto di importanti lavori di restauro. La facciata è molto sobria, essenziale nelle sue semplici linee. L'interno è ad una navata e nella zona dell'abside, circoscritta da pilastrate laterali è affrescata dal pittore fidentino Antonio Formaiardi (sec. XVIII).

Chiesa e convento dei Frati Cappuccini
Il complesso attuale del convento fu completato nel 1878 e la chiesa venne consacrata nel 1844. La facciata si sviluppa in un sobrio stile lombardo con un pronao e due porticine laterali. L'interno, restaurato nel 1964 si sviluppa con una navata centrale sulla quale si affacciano ricche cappelle decorate con pregevoli arredi sacri, statue lignee e dipinti del secolo XVIII.

Oratorio della Zappella
"Zappella" o piccola cappella, occupa spazialmente il medesimo luogo un tempo occupato dalla chiesetta dei Frati di S. Francesco. La chiesetta, semidistrutta dai bombardamenti aerei del 1944 e ricostruita negli anni successivi, è oggi aperta al culto ed è dedicata alla vergine di Lourdes, con una riproduzione della celebre Grotta pirenaica.

Schede correlate
Visita a Castione Marchesi
Fidenza (PR)
Lungo la Via Emilia: Fidenza
Fidenza (PR)
Fidenza: il duomo
Fidenza (PR)
Fidenza: Torre medioevale
Fidenza (PR)
Fidenza: palazzo comunale
Fidenza (PR)
Le Terre del Magnifico - Fidenza
Fidenza (PR)
Fidenza: Teatro G. Magnani
Fidenza (PR)
Fidenza: Borgo Nuovo
Fidenza (PR)
Fidenza: collegio delle Orsoline
Fidenza (PR)
Chiesa di Santa Maria Annunziata
Fidenza (PR)

Cerchi case?
Piu di 4.500.000 immobili!

GoHome.it immobili!

Comune di Fidenza


rimini forli ravenna ferrara bologna modena reggio emilia parma piacenza
Sardegna Sicilia Calabria Basilicata Campania Puglia Molise Abruzzo Lazio Umbria Marche Toscana Emilia Romagna Liguria Friuli Venezia Giulia Veneto Trentino Alto Adige Lombardia Piemonte Valle d'Aosta

categorie schede turistiche
a Fidenza


Attrazioni
Vissi di Viaggio


esecuzione in 0,125 sec.

Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK