Conoscere Roma: Tempio dei Castori

Conoscere Roma: Tempio dei Castori

visita al Foro Romano

Breve nota: posizionato su un terreno di origine paludosa ma in seguito prosciugato, e situato fra il Palatino e il Campidoglio (due dei sette colli
di Roma), il Foro Romano vide le sue prime costruzioni intorno al VII sec. a.C. quando venne dato l'avvio all'edificazione di edifici adibiti alla vita
politica, giudiziaria, religiosa, commerciale e soprattutto sociale della città. Il recupero e restauro degli antichi edifici è stato avviato dal XVIII sec. e fino ad oggi continuano ad emergere nuovi reperti e resti di antiche costruzioni.

Tempio dei Castori

Situato vicino alla Basilica Giulia, si possono vedere tre grandi colonne corinzie sormontate da un architrave: questo è tutto quello che rimane del Tempio dei Dioscuri detto dai Romani anche Tempio dei Castori. I resti del tempio sono di epoca augustea, ma nel 6 d.C. Tiberio lo fece ricostruire, ultimo intervento riconosciuto. La costruzione del tempio fu avviata dal dittatore Aulo Postumio Albino, in ricordo dell'apparizione dei Dioscuri (Castore e Polluce) a segnalare la vittoria romana sui Latini nella battaglia del Lago Regillo nel 499 a.C. Il tempio venne inaugurato dal figlio del dittatore, nel frattempo deceduto. Venne restaurato per ordine del console Quinto Cecilio Metello Dalmatico nel 117 a.C. e in seguito nel 74 a.C. per ordine del pretore urbano Verre. Al restauro voluto da Metello sono da ricollegare il podio in opera cementizia, mentre i blocchi di tufo protetti da tettoie di epoca moderna sono tutto quello che rimane del podio originale. Il tempio era formato sulla fronte da otto colonne corinzie scanalate di marmo pario e undici colonne sui lati lunghi; vi si poteva accedere tramite due scale laterali che continuavano con una gradinata frontale. All'interno erano tenute alcune volte delle riunioni del Senato e vi aveva sede l'ufficio per la verifica dei pesi e delle misure; la parte antistante al pronao molto probabilmente veniva usata come tribuna oratoria. Sui lati lunghi, il podio del tempio risulta interrotto da una serie di ambienti identificati come gli spazi dei banchieri.

Schede correlate
Conoscere Roma: Tempio di Giove Capitolino
Roma (RM)
Colosseo: Tempio di Venere e Roma
Roma (RM)
Conoscere Roma: Tempio di Giunone Moneta
Roma (RM)
Conoscere Roma: Tempio di Veiove
Roma (RM)
Fori Imperiali
Roma (RM)
Foro di Traiano
Roma (RM)
Conoscere Roma: Foro di Augusto
Roma (RM)
Conoscere Roma: Foro di Cesare
Roma (RM)
Foro di Nerva
Roma (RM)
Conoscere Roma: Foro della Pace
Roma (RM)
in giro per Roma: Foro Romano e Fori Imperiali
Roma (RM)
Conoscere Roma: Tempio del Divo Claudio
Roma (RM)
Conoscere Roma: Tempio di Romolo
Roma (RM)
Conoscere Roma: Abitazione Privata
Roma (RM)
Conoscere Roma: Tempio di Antonino e Faustina
Roma (RM)
Conoscere Roma: Tempio del Divo Giulio
Roma (RM)
Conoscere Roma: Tempio di Saturno
Roma (RM)
Conoscere Roma: Tempio della Concordia
Roma (RM)
Conoscere Roma: Tempio di Vespasiano e Tito
Roma (RM)
Conoscere Roma: Tempio di Vesta
Roma (RM)

Cerchi case?
Piu di 4.500.000 immobili!

GoHome.it immobili!

Roma nelle stampe antiche: Tempio dei Castori
Roma nelle stampe antiche: Tempio dei Castori

Comune di Roma


latina frosinone roma rieti viterbo
Sardegna Sicilia Calabria Basilicata Campania Puglia Molise Abruzzo Lazio Umbria Marche Toscana Emilia Romagna Liguria Friuli Venezia Giulia Veneto Trentino Alto Adige Lombardia Piemonte Valle d'Aosta



esecuzione in 0,140 sec.

Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK