Conoscere Roma - Piazza delle Esedre e Porta Imperiale

Conoscere Roma - Piazza delle Esedre e Porta Imperiale

nel quartiere EUR

Dati
Sup. mq 39.000

Progettisti
G. Muzio, M. Paniconi e G. Pediconi

Concorso
Tra gli ultimi mesi del 1938 e il 1939

Inizio e fine lavori
Nel 1943 risultano parzialmente costruiti i due edifici che saranno ultimati nel dopoguerra. Non realizzata la Porta Imperiale.

Il progetto

La Piazza delle esedre è il primo dei grandi spazi scenografici che punteggiano il tracciato rettilineo della ex Via Imperiale, oggi Via C. Colombo, che si apriva, per chi veniva da Roma, con l'ingresso dalla porta Imperiale.
Secondo la prima stesura del Piano dell'E42 la porta Imperiale doveva scavalcare la via Imperiale, segnando l'accesso da nord, e collegarsi ad un sistema porticato, lungo l'asse stradale, che si sarebbe concluso sulla piazza Imperiale. Successivamente, nel Piano del 1938, vennero indicati due edifici, ai lati del viale monumentale, con due porticati semicircolari rivolti verso i palazzi della Civiltà e dei Congressi.
Il gruppo di progettisti propose, invece, di far aprire le due esedre porticate verso l'asse monumentale a creare uno spazio racchiuso, di chiara ispirazione romana, basti pensare ai mercati Traianei, che fungesse da vero e proprio atrio alle scenografie che si sarebbero presentate successivamente al visitatore nell'attraversare l'Esposizione. I due edifici erano di proprietà dell'INA, ad est, e dell'INFPS, a ovest e avrebbero dovuto, per la durata dell' Esposizione, ospitare spazi per mostre ed esibizioni, solo in seguito se ne sarebbe deciso l'uso specifico.
La costruzione dei due palazzi iniziò nel 1940, ma fu possibile ultimarli solo nel dopoguerra. Piuttosto impegnativa fu la definizione di un disegno soddisfacente per la porta Imperiale, elemento mpuramente celebrativoavrebbe dovuto coprire il lungo fronte dell'accesso da Roma. Furono ipotizzate una serie di diverse soluzioni più o meno spettacolari con riferimenti, di volta in volta a linguaggi architettonici di epoche diverse, dal modernismo al romano.
La versione definitiva prevedeva una serie di fontane con sei altissime torri a pianta ondulata che, pur nascondendo il sistema delle biglietterie, rimandavano otticamente alla centralità dell'obelisco della piazza Imperiale e del gigantesco arco, simbolo dell'E42.

Schede correlate
Conoscere Roma: capitale dell'Impero Romano
Roma (RM)
Conoscere Roma - EUR
Roma (RM)
Conoscere Roma - Chiesa dei SS. Pietro e Paolo
Roma (RM)
Conoscere Roma - Palazzo dei Ricevimenti e dei Congressi
Roma (RM)
Conoscere Roma - Palazzo della Civiltà Italiana
Roma (RM)
Conoscere Roma - La Mostra delle Scienze
Roma (RM)
Conoscere Roma - Palazzo del Ristorante
Roma (RM)
Conoscere Roma - La Mostra dell'Agricoltura e Bonifiche
Roma (RM)
Conoscere Roma - Piazza delle Forze Armate
Roma (RM)
Conoscere Roma - La Piazza Imperiale
Roma (RM)
Conoscere Roma - Museo delle Arti e Tradizioni Popolari
Roma (RM)
Conoscere Roma - Museo delle Arti Antiche e Moderne
Roma (RM)
Conoscere Roma - Velodromo Olimpico
Roma (RM)
Conoscere Roma - Piscina delle Rose
Roma (RM)
in giro per Roma: EUR
Roma (RM)
Conoscere Roma: Eur
Roma (RM)
Museo Nazionale Romano
Roma (RM)

Cerchi case?
Piu di 4.500.000 immobili!

GoHome.it immobili!

Comune di Roma


latina frosinone roma rieti viterbo
Sardegna Sicilia Calabria Basilicata Campania Puglia Molise Abruzzo Lazio Umbria Marche Toscana Emilia Romagna Liguria Friuli Venezia Giulia Veneto Trentino Alto Adige Lombardia Piemonte Valle d'Aosta



esecuzione in 0,109 sec.

Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK