Conoscere Roma: Antiquarium Forense

Conoscere Roma: Antiquarium Forense

visita al Foro Romano

Breve nota: posizionato su un terreno di origine paludosa ma in seguito prosciugato, e situato fra il Palatino e il Campidoglio (due dei sette colli
di Roma), il Foro Romano vide le sue prime costruzioni intorno al VII sec. a.C. quando venne dato l'avvio all'edificazione di edifici adibiti alla vita
politica, giudiziaria, religiosa, commerciale e soprattutto sociale della città. Il recupero e restauro degli antichi edifici è stato avviato dal XVIII sec. e fino ad oggi continuano ad emergere nuovi reperti e resti di antiche costruzioni.

Antiquarium Forense

Situato nei pressi dell'Arco di Tito, l'Antiquarium Forense venne realizzato in alcuni ambienti vicini al chiostro di S. Maria Nova (oggi conosciuta come S. Francesca Romana) sorta nell'Area del Tempio di Venere e Roma.
La maggior parte dei reperti è situata nell'area dell'Antiquarium non ancora aperta al pubblico. La parte visitabile* al momento è il piano terra. All'ingresso è visibile la statua in marmo di Esculapio con fanciullo nell'atto di sacrificare il gallo (II sec. d.C, Lacus Iuturnae). Dal chiostro (dove sono situati frammenti di decorazioni, di statue e di colonne) si passa alla Sala I dove è situato il plastico del sepolcreto arcaico. Nella vetrina presente nella sala ci sono reperti provenienti dalle tombe 1-4. L'esposizione dei materiali nelle vetrine presenta per ogni tomba il dolio sul ripiano inferiore, il
cinerario sul ripiano mediano e i vasi del corredo su quello superiore; al di sopra di ogni tomba c'è il disegno che riproduce le posizioni dei resti ritrovati.

Nella sala II sono situati i reperti rinvenuti nelle tombe infantili del sepolcreto arcaico (VIII-VII sec. a.C.).
Nella sala III sono presenti i resti dei materiali ritrovati nell'area del Tempio di Vesta e in particolare da due pozzi scavati nel 1950.
Nell'ultima stanza visitabile (Sala IV) sono presenti i reperti relativi alle fasi più antiche degli edifici scavati nel Foro. Da segnalare i frammenti di terrecotte e di tegole provenienti dalle stratigrafie del Comizio e il corredo (databile al secondo quarto del VII sec. a.C). rinvenuto nei Doliola. Al centro della stanza, nella vetrina sono situati i reperti provenienti dalla Via Sacra e dai pozzi repubblicani.

Schede correlate
Conoscere Roma: Clivo Capitolino
Roma (RM)
Conoscere Roma: Abitazione Privata
Roma (RM)
Conoscere Roma: Rostra Vandalica
Roma (RM)
Conoscere Roma: Arco di Settimio Severo
Roma (RM)
Conoscere Roma: Rostri Imperiali
Roma (RM)
Conoscere Roma: Umbilicus Urbis
Roma (RM)
Conoscere Roma: Lacus Curtius
Roma (RM)
Conoscere Roma: Horrea Agrippiana
Roma (RM)

Cerchi case?
Piu di 4.500.000 immobili!

GoHome.it immobili!

scorcio dei Fori Romani
scorcio dei Fori Romani

Comune di Roma


latina frosinone roma rieti viterbo
Sardegna Sicilia Calabria Basilicata Campania Puglia Molise Abruzzo Lazio Umbria Marche Toscana Emilia Romagna Liguria Friuli Venezia Giulia Veneto Trentino Alto Adige Lombardia Piemonte Valle d'Aosta



esecuzione in 0,125 sec.

Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK