Casa di Livia

Casa di Livia

adiacente alla Domus Tiberiana al Palatino

Adiacenti alla Domus Tiberiana, sono visibili i resti di una casa attribuita a Livia, la moglie di Augusto, dopo il ritrovamento di alcune condutture di piombo con l'iscrizione Iulia Augusta. All'abitazione, situata a un livello inferiore rispetto alle costruzioni precedenti, si può accedere tramite un corridoio in discesa caratterizzato da un pavimento a mosaico bianco e nero, che porta a un atrio coperto con due pilastri posti a sostegno del tetto. Sul lato di fondo si aprono tre ambienti di cui quello centrale è maggiore rispetto alle ali laterali mentre sul lato destro dell'atrio si apre un triclinio. La domus è databile al I secolo a.C., ma sono state riconosciute almeno due fasi successive di lavori: le mura in opera reticolata sono state datate all'inizio del I secolo a.C., mentre il rivestimento pittorico è datato intorno al 30 a.C. Il tablino risulta essere l'ambiente più importante dal punto di vista pittorico anche se gli affreschi sono ormai sbiaditi, rendendo così impossibile l'interpretazione delle scene. La parete di destra è tripartita da un portico a colonne corinzie poggianti su alte basi. Nell'edicola centrale è raffigurata Io, amata da Giove, che Mercurio libera dalla prigionia di Argo (la fanciulla siede ai piedi di una colonna che sostiene una statua, mentre a destra c'è Argo e Mercurio è posto a sinistra). A sinistra si può notare una finestra aperta che guarda su una strada cittadina animata da scene varie. Nel pannello centrale della parete di fondo è rappresentata la ninfa Galatea su cavallo marino mentre fugge da Polifemo. Nell'ambiente posto a destra del tablino, è ancora ben distinguibile la decorazione della parete sinistra, a riquadri, con festoni di foglie, fiori e frutta dai quali pendono simboli campestri, mentre in alto è visibile uno stupendo fregio su fondo giallo (ormai sbiadito) con scene di vita egizia. Nell'ambiente posto a sinistra del tablino le pareti sono decorate con un sistema analogo a quello degli altri due ma senza scene rappresentanti figure; la decorazione è costituita da colonne e pilastri sopra un basamento di finto marmo.

Schede correlate
Conoscere Roma: La Valle del Colosseo
Roma (RM)
Conoscere Roma: Le Mura di Roma
Roma (RM)
Il drago di San Silvestro
Roma (RM)
Monumenti e Aree Archeologiche a Roma
Roma (RM)
Conoscere Roma: Tempio di Vesta
Roma (RM)
Il Palatino a Roma
Roma (RM)
Conoscere Roma: Museo Palatino
Roma (RM)
Visita al Palatino
Roma (RM)
Settizodio e Arcate Severiane
Roma (RM)
Terme Severiane
Roma (RM)
Stadio Palatino
Roma (RM)
Domus Augustana
Roma (RM)
Esedra Colonnata
Roma (RM)
Bagni di Livia
Roma (RM)
Pedagogio
Roma (RM)
Domus Flavia
Roma (RM)
Schola Praeconum
Roma (RM)
Tempio di Apollo
Roma (RM)
Casa di Augusto
Roma (RM)
Capanne Rotulee
Roma (RM)
Strutture, ambienti e costruzioni in laterizio
Roma (RM)
Mura Arcaiche e Scalae Caci
Roma (RM)
Tempio della Magna Mater
Roma (RM)
Auguratorium
Roma (RM)
Cisterne e Vasca al Palatino
Roma (RM)
Aula Isiaca
Roma (RM)
Conoscere Roma: chiesa di S. Bonaventura
Roma (RM)
Tempio del Sole
Roma (RM)
Chiesa di San Sebastiano
Roma (RM)
Conoscere Roma: visita al Palatino
Roma (RM)
Conoscere Roma: visita al Palatino
Roma (RM)
Conoscere Roma: visita al Palatino
Roma (RM)
Conoscere Roma: visita al Palatino
Roma (RM)
Conoscere Roma: visita al Palatino
Roma (RM)
Conoscere Roma: visita al Palatino
Roma (RM)
Conoscere Roma: visita al Palatino
Roma (RM)
Conoscere Roma: visita al Palatino
Roma (RM)
Conoscere Roma: visita al Palatino
Roma (RM)
Conoscere Roma: visita al Palatino
Roma (RM)
Conoscere Roma: Basamento
Roma (RM)

Cerchi case?
Piu di 4.500.000 immobili!

GoHome.it immobili!

Comune di Roma


latina frosinone roma rieti viterbo
Sardegna Sicilia Calabria Basilicata Campania Puglia Molise Abruzzo Lazio Umbria Marche Toscana Emilia Romagna Liguria Friuli Venezia Giulia Veneto Trentino Alto Adige Lombardia Piemonte Valle d'Aosta



esecuzione in 0,265 sec.

Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK