Camogli

Camogli

il Paese dei Bianchi Velieri, tesori artistici, natura e gastronomia

Camogli, il cui toponimo deriva da Cà delle Mogli, legato al fatto che spesso le donne venivano lasciate sole a casa mentre i mariti erano a pescare, è paese di mare costruito prima su quella lingua di terra dove si erge il Castel Dragone, poi sulle scogliere che salgono verso Ruta e il Monte di Portofino. Come tutte le cittadine rivierasche del Levante Ligure trae i caratteri più significativi proprio dalla presenza del mare e dalla stretta convivenza tra l’ambiente marino e quello collinare, incollati l’uno all’altro. Da Camogli, in poco più di dieci minuti, si può arrivare a Portofino Vetta dove l’aria è più di montagna; dalle spiagge di San Fruttuoso, o dagli scogli di Punta Chiappa, con meno di un’ora di cammino, si raggiungono gli anfratti del Promontorio dove il mare è ormai un ricordo lontano. Comunque, di ritorno da queste variazioni sul tema marino, si trova la solita Camogli, con i suoi ristoranti dai menù a base di pesce e i bar dove i “bianchetti” scorrono a fiumi. Un week-end a Camogli, il Paese dei Bianchi Velieri, non è soltanto natura e gastronomia, ci sono anche i tesori artistici delle chiese, i musei che testimoniano il passato marinaro, le sagre paesane e la possibilità di un soggiorno per tutti i gusti e possibilità. Accanto al Cenobio dei Dogi c’è infatti una miriade di alberghi minori che costituiscono il nocciolo dell’ospitalità camogliese. Non resta dunque che partire per scoprire i segreti di una cittadina ampiamente conosciuta ma che riserva sempre molte novità. Al turista che si trova davanti allo splendido fronte del porto, con le sue case colorate a picco sul mare, viene spontaneo domardarsi quando furono costruite. Queste, con fronte alto e poco profonde, risalgono per la maggior parte al secolo scorso, durante il Regno d’Italia, e alla susseguente e florida attività urbanistica intrapresa in seguito all’afflusso di grandi capitali apportati dai capitani di mare durante gli anni sessanta. In realtà il nucleo storico di Camogli è molto più ricco e l’agglomerato di case che si raccoglie attorno al Castel Dragone, e subito a monte di Piazza Camogli, risale al 1600. Le case che invece dominano il porto dall’alto della scogliera e quelle che costeggiano la via centrale della Repubblica, furono il sussulto urbanistico di metà ‘800; allo stesso periodo si può ascrivere un intervento restaurativo di cui si vedono le tracce nella centralissima Piazza Colombo. La casa situata alla sinistra della scalinata che sale al complesso del Castel Dragone, ha un fronte unico solo da cent’anni a questa parte; se si gira l’angolo e si osserva lo stesso “quadrato” urbanistico dalla parte della spiaggia, si noterà che i tetti non sono allo stesso livello e che, soprattutto, vi è più di un tetto quindi più di una casa. Erano case del nucleo seicentesco di Camogli di cui facciate sono state edificate per conferire all’insieme un aspetto più omogeneo. Uno dei più grossi interventi urbanistici fu quello che portò alla creazione dell’attuale Via Garibaldi, la passeggiata dei camogini. Se da Piazza Colombo ci si dirige proprio verso Via Garibaldi si passa sotto un archivolto: un ricordo della cittadina vecchia, anzi vecchissima potrebbe dire qualche turista sprovveduto! ma niente affatto, poichè l’archivolto non era altro che un magazzino che è stato traforato da entrambe le parti per consentire una migliore viabilità. Fino a sessanta o settanta anni fa la vera Via Garibaldi era molto più stretta e passava più all’interno, mentre quella attuale non esisteva, poichè era occupata da un’ennesima fila di case, parallela a quella già esistente. Un ultimo aspetto dello sviluppo urbanistico di Camogli fu l’insorgere, sulla Collina di Ruta, di numerose ville riccamente affrescate, in seguito lentamente trasformate in mini alloggi.

Schede correlate
Itinerari in Liguria: Golfo Paradiso
provincia di Genova
L'Entroterra del Golfo Paradiso
provincia di Genova
Centri del Golfo Paradiso: Sori
Sori (GE)
Recco: centro del Golfo Paradiso
Recco (GE)
Castello della Dragonara a Camogli
Camogli (GE)
Museo di Storia di Navigazione a Camogli
Camogli (GE)
San Fruttuoso di Camogli
Camogli (GE)
Appuntamenti a Camogli
Camogli (GE)

Cerchi case?
Piu di 4.500.000 immobili!

GoHome.it immobili!

Comune di Camogli


la spezia genova savona imperia
Sardegna Sicilia Calabria Basilicata Campania Puglia Molise Abruzzo Lazio Umbria Marche Toscana Emilia Romagna Liguria Friuli Venezia Giulia Veneto Trentino Alto Adige Lombardia Piemonte Valle d'Aosta

categorie schede turistiche
a Camogli


Attrazioni
Eventi e news


esecuzione in 0,25 sec.

Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalitą illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di pił o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK