Badia Fiorentina

Badia Fiorentina

fu sede dei Benedettini

Uno dei punti di riferimento nel panorama della città. Il monastero che include la Badia era la sede dei Benedettini, per cui la madre del conte Ugo di Toscana aveva fondato il complesso nel 978. Arnolfo di Cambio procederà ai lavori di ristrutturazione alla fine del Duecento, conservando solo l'orientamento dell'edificio con la parte absidale su via del Proconsolo. Nel XVII secolo, dopo i lavori di ampliamento del Quattrocento (tra cui il portico nell'atrio e il Chiostro degli Aranci, di Bernardo Rossellino), l'assetto arnolfiano viene stravolto nella pianta che diventa a croce greca, collocando l'ingresso da via Dante Alighieri. La Cappella Pandolfini, che affaccia sull'atrio quattrocentesco, è stata ristrutturata sui resti della precedente chiesetta di Santo Stefano; qui si svolgono le "Lecturae Dantis", a ricordo della prima lettura pubblica di Giovanni Boccaccio della "Divina Commedia" dantesca, avvenuta nel 1373, proprio in quella chiesetta. All'interno della Badia sono da segnalare due opere in particolare: la tomba marmorea del Marchese Ugo di Toscana, di Mino da Fiesole e l'"Apparizione della Madonna a San Bernardo", di Filippino Lippi.

Schede correlate
Duomo di Firenze
Firenze (FI)
Chiostro degli Aranci nella Badia Fiorentina
Firenze (FI)
Santa Maria Novella
Firenze (FI)
Chiostro dei Morti
Firenze (FI)

Cerchi case?
Piu di 4.500.000 immobili!

GoHome.it immobili!

Comune di Firenze


pisa livorno grosseto siena arezzo firenze prato pistoia lucca massa
Sardegna Sicilia Calabria Basilicata Campania Puglia Molise Abruzzo Lazio Umbria Marche Toscana Emilia Romagna Liguria Friuli Venezia Giulia Veneto Trentino Alto Adige Lombardia Piemonte Valle d'Aosta



esecuzione in 0,125 sec.

Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK