Cerchi case?
Piu di 4.500.000 immobili!

GoHome.it immobili!

Attrazioni della provincia di Napoli

Google
 
Trovate 17 Attrazioni in provincia di Napoli - Pagina 1 di 2
Napoli: Porta Capuana (scheda: 5370) Napoli: Porta Capuana
ha rappresentato nei secoli il principale ingresso della città
categoria: :.Attrazioni :.Monumenti
Porta Capuana ha rappresentato, nei secoli, il principale ingresso della città. Essa era parte integrante dell'ampliamento delle mura voluto da Ferrante d'Aragona. I lavori di costruzione della porta iniziarono nel 1484, essa sostituiva la preesisten
Napoli: Castel Capuano (scheda: 1008) Napoli: Castel Capuano
fu residenza reale con gli Angioini e poi con gli Aragonesi
categoria: :.Attrazioni :.Castelli
Il castello è stato costruito al tempo di Guglielmo I il Malo e terminato nel 1154, anche se lo storico Bartolommeo Capasso lo faceva già presente al tempo del ducato. Fu certamente residenza reale con gli Angioini e poi con gli Aragonesi. Durante il
Napoli: Castel Dell'Ovo (scheda: 1009) Napoli: Castel Dell'Ovo
sorge su quello che fu detto isolotto di Megaride
categoria: :.Attrazioni :.Castelli
Sorge su quello che fu detto isolotto di Megaride, approdo dei coloni greci che si stabilirono sul promontorio di Pizzofalcone. Secondo la leggenda il castello fu fondato da Virgilio, che nel medioevo era ritenuto dotato di poteri magici: egli avrebb
Napoli: Castel Sant'Elmo e Museo di San Martino (scheda: 1010) Napoli: Castel Sant'Elmo e Museo di San Martino
il Museo espone una importante raccolta di Presepi
categoria: :.Attrazioni :.Castelli
Fu Roberto d'Angiò che, nel 1329, ordinò la costruzione del castello sulla sommità del colle di Sant'Erasmo, il castello, costruito da Tino di Camaino, fu terminato nel 1343. Il suo nome originario fu Belforte, per poi divenire Sant'Erasmo ed infine
Napoli: Castelnuovo o Maschio Angioino (scheda: 1011) Napoli: Castelnuovo o Maschio Angioino
al suo ingresso l'Arco di trionfo
categoria: :.Attrazioni :.Castelli
Uno dei simboli della città di Napoli è il Castelnuovo o Maschio Angioino: nel progetto di sviluppo di quest'area della città, a quel tempo ancora priva di costruzioni, gli Angioini inserirono la costruzione della nuova reggia. La zona pianeggiante,
Napoli: chiesa del Gesù Nuovo (scheda: 1012) Napoli: chiesa del Gesù Nuovo
con grande affresco capolavoro di Francesco Solimena
categoria: :.Attrazioni :.Chiese
Dove oggi sorge la chiesa era stato edificato, alla fine del Quattrocento, il palazzo di Roberto Sanseverino, principe di Salerno. L'architetto che lo progettò fu Novello da Sanlucano, egli realizzò la facciata di piperno in bugnato a punta di diaman
Napoli: chiesa di Piedigrotta e sepolcro di Virgilio (scheda: 1013) Napoli: chiesa di Piedigrotta e sepolcro di Virgilio
con dipinti di Paolo Domenico Finoglia
categoria: :.Attrazioni :.Chiese
La chiesa di Santa Maria di Piedigrotta, in origine dedicata alla Natività di Maria, venne edificata nel 1352, sul luogo ove esisteva una cappella, dove si venerava un'immagine della Vergine del Serpen
Napoli: chiesa di S. Chiara (scheda: 1014) Napoli: chiesa di S. Chiara
all'interno i sepolcri di Carlo di Calabria e di di Maria di Valois
categoria: :.Attrazioni :.Chiese
Roberto d'Angiò e la consorte Sancia di Maiorca, particolarmente devoti all'Ordine francescano, vollero, nel 1310, la fondazione della chiesa e del monastero. La chiesa fu costruita da Gagliardo Primario, anche se si fanno pure i nomi di Leonardo di
Napoli: chiesa di San Lorenzo Maggiore (scheda: 1015) Napoli: chiesa di San Lorenzo Maggiore
con il sepolcro di Caterina d'Austria
categoria: :.Attrazioni :.Chiese
La piazza dove sorge la chiesa era già in epoca greco-romana il centro della città, prima agorà e poi foro romano. Qui vi era il Tempio dei Dioscuri (di cui oggi restano due colonne con capitello corinzio addossate alla facciata della chiesa di San P
Napoli: Catacombe di San Gennaro e di San Gaudioso (scheda: 1016) Napoli: Catacombe di San Gennaro e di San Gaudioso
nelle prime vi furono sepolti i primi vescovi della città
categoria: :.Attrazioni :.Monumenti
Tra il 413 ed il 431 Giovanni I, vescovo di Napoli, fece traslare le reliquie di San Gennaro dalla sua prima tomba, situata nell'agro Marciano, alle catacombe, che furono per questo motivo dette di San Gennaro. Esse, le più
[1]  [2] 

napoli salerno avellino benevento caserta
Sardegna Sicilia Calabria Basilicata Campania Puglia Molise Abruzzo Lazio Umbria Marche Toscana Emilia Romagna Liguria Friuli Venezia Giulia Veneto Trentino Alto Adige Lombardia Piemonte Valle d'Aosta



esecuzione in 0,421 sec.

Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK