Atrani: un piccolo gioiello costiero

Atrani: un piccolo gioiello costiero

sulla Costa Amalfitana è il comune più piccolo d'Europa

Per estensione territoriale è il comune più piccolo non solo d'Italia ma anche d'Europa. Il borgo ha una struttura tipicamente medievale e insieme alla spiaggia forma una sorta di anfiteatro, oggi tagliato in due parti dalla strada. In fondo alla piazza c’è la pregevole Fontana di Luigi Dè Bartolomeis, detta moresca sebbene del 1927. Dalla piazza e attraverso via dei Dogi, il corso principale, ci si tuffa nel cuore del paese, un continuo caleidoscopio di case bianche, archi e balconi fioriti... Nel 1923 approda in Costiera Mauritius Cornelius Escher, che realizza ben 110 opere da lui definite "...esercizi pratici...". Atrani è ricca di tesori, di monumenti, di arte e storia. Bellissime le grotte naturali che la circondano, come quella detta “di Masaniello”. Attività importantissima per l'economia Atranese fu la pesca, soprattutto quella delle alici: questa attività valse agli Atranesi una grossa fama, oltre allo sfottò degli altri popoli costieri che li chiamavano "Magna Alice". La notte, dalla spiaggia, partono ancora oggi le lampare per la pesca, costellando il mare di mille puntini luminosi. L'antico spirito marinaro sopravvive oggi nella Sagra delle Alici (ad agosto) e nella bravura dei vecchi pescatori di leggere il tempo atmosferico. Proprio ad Atrani nacquero infatti detti e proverbi le cui rime argute diedero vita ad una sorta di meteorologia popolare, tuttora valida e pienamente affidabile. Da visitare la Collegiata di S. Maria Maddalena fondata nel 1274, la Chiesa di S. Salvatore de Birecto edificata nel X secolo, ove in passato venivano incoronati i Dogi: gli elementi più importanti sono il campaniletto a vela che sovrasta l'orologio nella facciata della chiesa, una porta in bronzo del 1087 e un pluteo marmoreo del XII sec., raffigurante una scena allegorico-celebrativa con due pavoni in rilievo e un albero al centro. Sul lato interno della piazza, in via Arte della Lana, dopo pochi metri si trova il Monastero francescano di S. Rosalia, con l'annessa chiesina omonima. Vi sono ancora la Chiesa di S. Maria del Bando, edificata intorno al XII sec. al di sotto della torre dello ziro su di un poggio che domina l'intero centro urbano di Atrani, la Chiesa di S. Maria Immacolata, attigua alla chiesa di S. Salvatore de Birceto, la Cappella di S. Gertrude del 1687, la Chiesa del Carmine dove è conservato un caratteristico presepe del 1600, ed infine la Chiesa di S. Michele Fuori le Mura, edificata nel XII secolo.

Come arrivare
A 19 km. dalla A3 NA-SA, uscita Vietri s/M, oppure raggiungibile mediante SS 163. Autobus di linea pubblica Amalfi-Salerno-Napoli.

Schede correlate
informazioni e dati Costa Amalfitana
provincia di Salerno
Costa Amalfitana
provincia di Salerno
Amalfi: capitale del turismo e della costa omonima
Amalfi (SA)
Atrani Itinerari
Atrani (SA)
Appuntamenti ad Atrani
Atrani (SA)
Lungo la Costa Amalfitana: Cetara
Cetara (SA)
Luoghi della Costa Amalfitana: Conca dei Marini
Conca Dei Marini (SA)
Turismo in Campania: Maiori
Maiori (SA)
Turismo in Costiera Amalfitana: Praiano
Praiano (SA)
Perle della Costiera Amalfitana: Ravello
Ravello (SA)
Luoghi del turismo campano: Scala
Scala (SA)
La Costiera Amalfitana: Vietri sul mare
Vietri Sul Mare (SA)

Cerchi case?
Piu di 4.500.000 immobili!

GoHome.it immobili!

occhi al cielo
occhi al cielo

Comune di Atrani


napoli salerno avellino benevento caserta
Sardegna Sicilia Calabria Basilicata Campania Puglia Molise Abruzzo Lazio Umbria Marche Toscana Emilia Romagna Liguria Friuli Venezia Giulia Veneto Trentino Alto Adige Lombardia Piemonte Valle d'Aosta

categorie schede turistiche
a Atrani


Attrazioni
Eventi e news


esecuzione in 0,078 sec.

Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK